Tel e Fax 035 0603517- Mail associazionepl.bg@libero.it

Corso base di formazione per Agenti di Polizia Locale (modulo 1)

Cari colleghi,

il Consiglio dell’Associazione di Polizia Locale, in collaborazione con il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Bergamo e con il favorevole parere di PoliS di Regione Lombardia organizza il Corso Base di formazione per Agenti di Polizia Locale.

In attesa della definitiva calendarizzazione, l’inizio del corso è fissato ad ottobre 2019 e si terrà presso l’Università di Bergamo e presso i locali messi a disposizione dal Comune di Albano S.A.

Il corso, che sarà a numero chiuso, verrà rivolto principalmente agli Agenti di Polizia Locale già in servizio presso gli Enti Locali, riservando tuttavia una quota per aspiranti al ruolo i quali, dopo aver superato il concorso, si troveranno con il primo modulo già effettuato


Una quota dei partecipanti è riservata agli aspiranti al ruolo i quali, dopo aver superato il concorso, si troveranno con il primo modulo già effettuato (chiaramente se superata la prova finale).


SCADENZA ISCRIZIONI 31 SETTEMBRE 2019


 

Nei prossimi mesi si procederà a comunicare il Piano formativo stabilito e tramite i canali dell’Associazione si darà ampia diffusione circa i costi, il calendario e le modalità di iscrizione e partecipazione al corso.

Lettera di presentazione LOCANDINA Corso Base Modulo 1 PL 2019 CHIUSURA ISCRIZIONI

PROGETTO FORMATIVO POLIS

ALBANO-SANT_ALESSANDRO-corso-formazione-ASSOCIAZIONE-PL-e-UNIBG – CHIUSURA ISCRIZIONI

La Circolazione Internazionale Conformità dei documenti di guida e circolazione targhe estere con particolare riguardo alle targhe prova

Cari Colleghi,

l’Associazione di Polizia Locale della provincia di Bergamo in collaborazione con

la Città di Seriate ha organizzato per il giorno lunedì 6 maggio il seguente corso:

 

“La Circolazione Internazionale – Conformità dei documenti di guida

e circolazione targhe estere con particolare riguardo alle targhe prova”

 

Il corso si terrà il giorno 6 maggio dalle 09:00 alle 13:00 presso

la  Biblioteca Civica “G. Gambirasio” in Via Italia 58, a Seriate (BG)

Locandina con modalità di iscrizione: LOCANDINA Corso Seriate Circolazione Internazionale 2019

Vi aspettiamo numerosi.

Nuovo modello ministeriale con istruzioni Art 126 bis CdS

Cari colleghi,

mettiamo a disposizione la nuova Circolare Ministeriale con le relative istruzioni e termini in relazione all’art 126 bis CdS per i conducente dichiaratosi tale, per poter accedere al pagamento ridotto 30%.

Art 126-bis CdS CCirc Min Interno del 16.4.2019 Cond diverso prop modulo vale notifica

 

Buon lavoro a tutti

Controllo dei Veicoli Stranieri – Brignano Gera d’Adda – 30 Novembre 2016

Cari colleghi,

siamo lieti di informarvi dell’evento organizzato dall’Associazione relativo alla “Circolazione dei veicoli stranieri in italia” che si terrà in data 30 novembre 2016 presso Palazzo Visconti di Brignano Gera d’Adda.

NB    PER CONFERMA ISCRIZIONE FAX 035.759946

Locandina: loc-brignano

Scheda di iscrizione: scheda-iscrizione-corso

Vi aspettiamo numerosi

 

 

Convocazione Assemblea Ordinaria degli Associati – 11 maggio 2016 – Villa di Serio

A tutti i Consiglieri,

A tutti gli Associati,

 

Il Consiglio Direttivo ha deliberato di convocare l’assemblea ordinaria degli associati, in prima convocazione, per il giorno 10 maggio 2016 alle ore 09.00 presso la sede sociale sita a Bergamo, piazzale Goisis n. 6,ed in seconda convocazione per il giorno

 11 MAGGIO 2016 alle ore 18.30  

a VILLA DI SERIO, Via Papa Giovanni XXIII N. 60, all’interno della biblioteca presso la SALA DELLA COMUNITA’

L’assemblea qui convocata è chiamata a deliberare sul seguente

 

ORDINE DEL GIORNO

  1. Approvazione del rendiconto consuntivo della gestione chiuso al 31.12.2015
  2. Relazione del Presidente sulle attività in corso e sulla programmazione annuale.
  3. varie ed eventuali

 

Convocazione_assemblea_associazione polizia_11maggio2016

 

Corso ANVU – EGAF – Ospitaletto 21-22 Marzo 2016

Cari Colleghi,

 

vi segnaliamo il corso che si terrà nelle giornate del 21 e del 22 marzo ospitato dal Comune di Ospitaletto.

Nel corso verranno trattate tecniche investigative inerenti la pirateria stradale, il cybercrime e un incontro con l’autore Protospataro sulle novità del CdS.

Scheda del Corso e di iscrizione PROGRAMMA OSPITALETTO 21-22 Marzo

 

Corso di Aggiornamento 10 Marzo 2016 -Depenalizzazione

Cari Colleghi

 

Siamo lieti di informare tutti i collegiVi che l’Associazione di Polizia Locale di Bergamo organizza per la giornata del 10 marzo, un corso di aggiornamento sul Codice della Strada relativamente alle modifiche del  TITOLO IV del Codice della Strada – Depenalizzazione.

Il corso verrà tenuto da Uff. a.r. Mario Locatelli e si terrà nel pomeriggio c/o la Sala del Trono – Municipio di  BRIGNANO GERA D’ADDA (Bg)  in via Vittorio Emanuele.

Locandina e scheda di iscrizione Locandina giornata di studio 10 Marzo BrignanoGeraD’Adda)

 

Giornata Aggiornamento Codice della Strada

Cari Colleghi,

siamo lieti di informarvi che Mercoledì 25 Novembre, il Comando di Polizia Locale di Albino in collaborazione con l’Associazione di Polizia Locale di Bergamo, organizza una giornata di aggiornamento sul Codice della Strada tenuta dal nostro esperto Mario Locatelli.

Vi aspettiamo numerosi

Locandina e scheda di iscrizione Volantino Albino 25 11 15

 

Corso di Infortunistica Stradale

L’Associazione è lieta di informare che sono aperte le iscrizione al corso di Infortunistica Stradale organizzato in collaborazione con l’Università di Bergamo.

Il corso, della durata di 20 ore,  si presenta con un taglio decisamente operativo nel quale verranno affrontati i diversi ambiti afferenti le tematiche relative all’infortunistica stradale.

LocandinaFormazioneCorso-UNIBG-InfortunisticaStradale

Le iscrizioni potranno essere effettuate tramite la compilazione e l’invio della scheda di iscrizione (che trovate nella locandina) ai recapiti indicati  o direttamente ai consiglieri dell’associazione.

Vi aspettiamo numerosi.

GIORNATA DI STUDIO GRATUITA IL CONTROLLO DEI VEICOLI STRANIERI

PalazzoloGiornataStudio

Informiamo gli iscritti e i colleghi che il giorno 17 ottobre, presso la Bibiblioteca Civica
GIACINTO U. LANFRANCHI” a Palazzolo S.O.(BS), Lungo Oglio C. Battisti 17, verrà organizzata una                     Giornata di Studio a riguardo dell’interessante tema “Il controllo dei veicolo stranieri – Cds e Norme Doganali” Locandina e modalità d’iscrizione.  Giornata_di_Studio_programma_17_ottobre_palazzolo_sull_oglio

Disciplina e coordinamento regionale del servizio di polizia locale e politiche integrate di sicurezza urbana

download

Cari colleghi,

vi invito a prendere visione della proposta e a scaricare la relativa scheda, così da rappresentare le vostre osservazioni in merito. La scheda dovrà essere trasmessa via e-mail all’Associazione entro il giorno 10 agosto 2014 (associazionepl.bg@libero.it). L’Associazione, di seguito, predisporrà un documento unico da inoltrare a Regione Lombardia durante il tavolo di lavoro.

Linee per la costruzione di un PDL per le Polizie locali Lombarde 2014

Scheda Osservazioni

 

Grazie a tutti.

     Il Presidente Claudio Modina

Corso formazione Infortunistica stradale e nuove tecnologie

Cari colleghi,

vi segnaliamo l’interessante corso sull’infortunistica stradale che si terrà lunedì 21 ottobre 2019

presso La Delegazione Comunale Sala Convegni

Bibbione, via Maia, 84.

Per iscrizione centrostudipl@comunesanmichele.it

Locandina Corso di formazione infortunistica stradale e nuove tecnologie

 

Buon lavoro a tutti.

Giornata di studio “La Polizia Locale Italiana verso…”

Cari Colleghi,

vi segnaliamo l’interessante evento che avrà luogo a Lacedonia il 15 novembre 2019 – ore 9.00 presso il “Teatro Nuovo”.

Durante la giornata studio verranno trattai i seguenti argomenti:

  • VIDEOSORVEGLIANZA E FOTO TRAPPOLE CONTRO L’ABBANDONO DI RIFIUTI: TUTELA DELLA PRIVACY E TUTELA DELL’AMBIENTE A CONFRONTO
  • PIRATERIA DELLA STRADA – OMICIDIO STRADALE E LESIONI PERSONALI STRADALI GRAVI O GRAVISSIME
  • PROFILI DI RESPONSABILITA’ NELLA GESTIONE DI EVENTI PUBBLICI
  • LE NOVITA’ DELL’ANNO 2019 IN MATERIA DI CODICE DELLA STRADA

Locandina:  Lacedonia 2019

Master II livello UniBG – COMPLIANCE E PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE NEI SETTORI PUBBLICO E PRIVATO

L’Università di Bergamo in collaborazione con ANAC ha istituito il Master di II livello

“COMPLIANCE E PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE NEI SETTORI PUBBLICO E PRIVATO”

Il Master si propone di fornire ai partecipanti una preparazione specialistica approfondita nella conoscenza e impiego dei mezzi di contrasto della corruzione nei settori pubblico e privato.

 

Locandina e modalità di iscrizione:

Unibg – SDM_Compliance_20x20_2ante_Bozza03 (1)

Dispensa Modifica CdS 2019 – Corso Costa Volpino 7 marzo 2019

Cari Colleghi,

a seguito del corso che si è tenuto a Costa Volpino il 7 marzo 2019, certi di contribuire al costante aggiornamento dei colleghi in relazione alla normativa della circolazione stradale mettiamo a disposizione la dispensa preparata dal nostro esperto Ufficiale di P.L. a.r. Mario Locatelli.

Modifiche CdS 2019 – CircolariMMII – art 93-132-193 Fermo-Sequestro

Buon lavoro a tutti

 

Piano GAP Gioco d’Azzardo Patologico 2019

Cari Colleghi,

l’ATS di Bergamo, secondo le osservazioni  emerse da parte del Comitato Rete Territoriale Prevenzione delle Dipendenze, del Tavolo Provinciale per la Prevenzione del GAP e dei referenti degli Ambiti Territoriali, ha proceduto all’aggiornamento del Piano GAP Gioco d’Azzardo Patologico del 2019 che di seguito pubblichiamo.

PIANO GAP Gioco d’Azzardo Patologico 2019 ATS BERGAMO genn 2019

Corsi aggiornamento CdS Costa Volpino

Cari colleghi,

l’Associazione con l’obiettivo di fornire a tutti i colleghi della Polizia Locale una puntuale, precisa ed aggiornata formazione sulle novità normative che riguardano il CdS, ha previsto un incontro formativo che si terrà a Costa Volpino in data 7 Marzo 2019.

Corso Aggiornamento CdS CostaVolpino7Marzo2019

Vi aspettiamo numerosi

 

San Sebastiano 2019

Cari Colleghi,

in occasione della Festività di San Sebastiano l’Associazione di Polizia Locale di Bergamo in collaborazione con il Comune di Stezzano ha organizzato per Domenica 20 gennaio 2019  il tradizionale incontro che si terrà presso la Villa Moroni di Stezzano.

Per le iscrizioni all’evento contattare l’Associazione di Polizia Locale o i singoli consiglieri.
SanSebastiano2019

Corso 13 dicembre 2018 AGGIORNAMENTO CDS – Decreto Sicurezza

Cari Colleghi,

a seguito della recente innovazione normativa introdotta dalla Legge 132 del 1 dicembre 2018, si è voluto organizzare un corso di aggiornamento sulle ultime modifiche introdotte al CdS dal Decreto Sicurezza.

 

Il corso si terrà il giorni 13 dicembre 2018 a Seriate presso l’Auditorium della Biblioteca in Viale Italia 58.

Locandina e scheda d’iscrizione: Corso 13 dicembre 2018 Aggiornamento Norme Decreto Sicurezza

Buon lavoro a tutti.

Seminario formazione “Indagine tradizionale e tecnico scientifica in occasione di eventi delittuosi” Conegliano 22 novembre 2018

Cari Colleghi,

vi segnaliamo l’interessante seminario di formazione dal titolo

Indagine tradizionale e tecnico scientifica in occasione di eventi delittuosi

che si terrà a Conegliano in data 22 novembre 2018

Locandina: Indagine tradizionale e tecnico scientifica – Conegliano

Buon lavoro a tutti

 

Corso INFORTUNISTICA STRADALE – RILIEVO SINISTRO STRADALE MORTALE MONTELLO 15 NOVEMBRE 2018 ORE 8.30 – 18.00

Cari Colleghi,

siamo lieti di segnalare il  Corso di Infortunistica Stradale organizzato in collaborazione con il Comune di Montello ed il Comune di Costa di Mezzate.

Il corso si terrà presso l’Auditorium del Comune di Montello (Bg), Via Brevi n°2 il 15 novembre 2018 dalle ore 8.30 alle ore 18.00

Locandina: Icorso InfortunisticaStradaleMontello 15nov2018

Modulo iscrizione: MODULO ISCRIZIONE RILIEVO SINISTRO STRADALE

Un saluto a tutti.

II° Congresso Nazionale acisf – SCIENZE FORENSI E GIUSTIZIA. L’affidabilità delle indagini per guardare con fiducia al futuro

Cari colleghi,

vi segnaliamo il II° congresso nazionale dell’acisf nell’ambito delle scienze forensi

dal titolo “L’affidabilità delle indagini per guardare con fiducia al futuro”

Locandina: II° CONGRESSO NAZIONALE ACISF

Modulo d’iscrizione:  moduloiscrizioneiicongressonazionaleacisfromaeur

 

Un cordiale saluto a tutti

Corso Cronotachigrafo MARTEDI’ 13 SETTEMBRE 2018 – Palazzolo S.O.

Cari colleghi,

L’Associazione Polizia Locale della Provincia di Brescia, con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Palazzolo sull’Oglio, e l’Associazione Polizia Locale della Provincia di Bergamo, sono lieti di invitarvi all’incontro zonale su un tema di interesse professionale ed attualità:

IL CRONOTACHIGRAFO INTELLIGENTE:

EVOLUZIONE DEL SISTEMA E NORMATIVA CORRELATA.

che si terrà: MARTEDI’ 13 SETTEMBRE 2018 dalle ore 14,00 alle ore 18:30 presso il “l’auditorium” della Biblioteca Civica sita in Viale Cesare Battisti – PALAZZOLO Sull’Oglio (BS).

Locandina crono 13 SETTEMBRE.docx

 

 

ONORIFICENZE anno 2016 – 2017

Cari colleghi,

il consiglio dell’Associazione ha deciso di premiare i colleghi che, durante il servizio prestato, relativo agli anni 2016 e 2017, si sono distinti per interventi particolari, per azioni meritevoli di riconoscimento o per quanto ritenuto apprezzabile di riconoscimento.

Una commissione valuterà le domande pervenute e i colleghi scelti saranno ospiti durante la festa di San Sebastiano 2019. Nella circostanza verrà consegnato anche il riconoscimento.

Domanda Onoreficenze 2016 – 2017

CAMMINATA SARNICO Domenica 1 Luglio 2018

Carissimi colleghi,

tra le diverse attività formative, culturali e sociali che l’Associazione promuove si è deciso di organizzare per Domenica 1 luglio una giornata all’insegna del relax all’aria aperta sulle sponde del lago di Sarnico.

La giornata prevede  una camminata aperta a tutti i soci, ai loro familiari e amici ed ai simpatizzanti, con partenza dalla Stazione di Paratico diretta verso il Lido di Nettuno e ritorno (5 Km). L’arrivo previsto è nella piazza centrale di Sarnico ove si potranno assaggiare le specialità del posto alla Sagra del pesce fritto.

Per chi volesse approfondire l’aspetto storico-culturale della zona alle 15.00 avremo la possibilità di partecipare alla visita della Torre Multimediale di Paratico.

Vi aspettiamo numerosi per un stupenda giornata da trascorrere in compagnia di colleghi e amici.

Locandina Camminata 2018 Sarnico

 

Corso ” Il TSO e l’intervento congiunto su persone in stato di alterazione psicofisica”

Cari colleghi,

segnaliamo l’interessante evento organizzato dal Comando di Polizia Locale di Lecco.

Il corso toccherà aspetti operativi relativi agli interventi ASO e TSO con la partecipazione di docenti esperti della Polizia Locale e della Azienda Socio Sanitaria Territoriale.

Locandina: Corso TSO Lecco

Scheda di Iscrizione: Scheda d’iscrizione Corso TSO Lecco

 

 

VIAGGIO ROMANTICO E NON SOLO – 29 settembre – 6 ottobre 2018

Cari colleghi,

anche quest’anno l’Associazione ha voluto organizzare alcuni interessanti eventi di vita sociale rivolti a tutti gli iscritti, ai loro familiari ed ai simpatizzanti.

Tra essi un favoloso “Viaggio Romantico e … non solo” i cui dettagli potrete scoprirli nella locandina allegata.

Il programma prevede un viaggio di 7 giorni che toccherà località uniche sulla famosa ” Romantische Straße“.

Dettagli del viaggio, modalità di iscrizione e quota di partecipazione: Viaggio Romantico e non solo 29sett -6ott2018.

Vi aspettiamo numerosi.

 

Viaggio Carcassone – Lourdes – Avignone – Antibes 12 – 18 Agosto 2018

Cari colleghi,

anche per quest’anno l’Associazione ha voluto organizzare alcuni  eventi di particolare interesse tra i quali un viaggio a Lourdes.

Il programma (che potete visionare  dettagliatamente nella Locandina allegata),  si  sviluppa su 7 giorni compreso il viaggio, e toccherà anche alcune rinomate località (Carcassone – Lourdes – Avignone – Antibes) presso le quali si potranno visitare le bellezze dei luoghi.

Per i dettagli e la quota di partecipazione : Viaggio Lourdes 12-18Agosto2018

 

 

SCIENZA O FANTASCIENZA: OMBRE E LUCI SULL’USO DELLA PROVA SCIENTIFICA

Cari Colleghi

vi segnaliamo l’interessante giornata formativa  che si terrà a Reggio Emilia Martedì 8 maggio 2018 Ore 09:00, c/o Teatro Cavallerizza Via Antonio Allegri 8/a.

Locandina: Locandina SCIENZA O FANTASCIENZA

Scheda Iscrizione: SCIENZA O FANTASCIENZA Modulo iscrizione evento 8 maggio Reggio Emilia (1)

Buon lavoro a tutti.

 

 

Festa di San Sebastiano 2018

Carissimi colleghi,

come ogni anno l’Associazione di Polizia Locale della Provincia di Bergamo in occasione della ricorrenza del nostro Patrono è lieta di invitare i soci, i loro familiari ed i simpatizzanti alla tradizionale Festa di San Sebastiano.

In tale occasione verranno premiati alcuni colleghi quindi chiediamo a tutti di segnalare i colleghi con almeno 20 di servizio e 10 anni di iscrizione alla nostra Associazione.

 

Locandina SanSebastiano2018

BANDO di CONCORSO per PROGETTO di EDUCAZIONE STRADALE

L’Associazione di Polizia Locale della provincia di Bergamo è lieta di annunciare l’indizione di un bando di concorso, rivolto a tutti gli studenti degli istituti superiori della provincia di Bergamo, per l’ideazione di un progetto di educazione stradale.

L’iniziativa si pone come obiettivo principale il coinvolgimento degli studenti degli istituti superiori per  favorire la realizzazione di idee progettuali innovative
nell’ambito dell’educazione stradale e della diffusione della cultura della sicurezza stradale.

Le idee progettuali verranno valutate da una commissione di esperti nominata dall’Associazione e i vincitori verranno premiati in occasione della tradizionale Festa di San Sebastiano il 20 gennaio 2018.

Bando: Bando Concorso PRG-EduStradale AssPLBG

Cordialmente

 

 

Risultato votazioni elezioni Consiglio dell’Associazione

Cari colleghi,

ringraziando tutti i soci della partecipazione all’evento appena trascorso, siamo lieti di informarvi circa l’esito delle elezioni del nuovo Consiglio che verrà convocato quanto prima dal Presidente uscente Claudio Modina.

Nominativo             n. voti     classificato

Modina Claudio                 65             1°

Casati Massimiliano         36             2°

Fiocchi Enzo                      34             3°

Brignoli Massimo             33             4°

Marenzi Angelo                 32             5°

Locatelli Mario                   31            6°

Caldara Giansandro         28             7°

Sebastiani Fabio               26             8°

Morabito Jenny                25             9°

Lazzaroni Andrea            24             10°

Vinciguerra Giovanni     24             11°

Farina Giovanna              19             12°

Redolfi Paolo                    19             13°

Bavusi Stefania                18             14°

Belli Sonia                         13             15°

Pigolotti Luigi                   11

Pagani Mirco                     11

Marzullo Giusy                  5     EsitoVotazioniConsiglio2017

27 novembre 2017 – elezioni consiglio – Albano S.A.

Cari colleghi e soci sostenitori, vi ricordo che lunedì 27 novembre 2017 , presso il Municipio di Albano S. Alessandro, si terranno le votazioni del Consiglio dell’Associazione.

Si potrà votare dal termine della relazione del Presidente fino alle ore 20.30, così da poter consentire la votazione anche ai soci che non potranno partecipare al convegno.

Vi ricordo che possono essere espresse da una a cinque preferenze. Inoltre ci sarà la possibilità di delegare al voto una sola persona, compilando il modulo che troverete di seguito e che dovrà essere consegnato al seggio.

convocazione assemblea e delega – 2017

Di seguito troverete l’elenco dei canditati con i rispettivi Comandi di appartenenza.

Candidati Consiglio Associazione

Ci vediamo lunedì.

Buona giornata.

Il presidente

dott. Claudio Modina

Corso Sicurezza Urbana Decreto Minniti – CdS art. 201 Elezione Consiglio Associazione

Carissimi Colleghi,

l’Associazione di Polizia Locale della Provincia di Bergamo in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Albano Sant’Alessandro e lieta di rivolgere a tutti i colleghi l’invio per l’interessante giornata formativa che si terrà il giorno lunedì 27 novembre 2017, dalle 14.30 alle 18.30, presso la Sala Consigliare del Comune di Albano Sant’Alessandro, P.zza Caduti per la Patria,1.

Nella giornata di studio verranno approfonditi i temi della Sicurezza Urbana e del Codice della Strada dai relatori di spicco presenti.


  • Sicurezza Urbana: Decreto Minniti Legge 48 /2017 – Relatore: Dott. Benito Melchionna Emerito Procuratore della Repubblica
  • Codice della Strada: novità art. 201 CdS – Relatore: Mario Locatelli già Ufficiale di Polizia Locale

Durante la giornata di studio e fino alle ore 20.30 si avrà la possibilità di votare per il rinnovo delle cariche del

Consiglio dell’Associazione di Polizia Locale della Provincia di Bergamo

per l’occasione verrà illustrato dal Presidente Dott. Claudio Modina una relazione sull’attività svolta dall’Associazione.


Locandina Corso Albano Assemblea Elezione Consiglio 2017

ISCRIZIONE ON-LINE https://goo.gl/CA3HBG

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ED ELEZIONI CONSIGLIO ASSOCIAZIONE

Cari colleghi e simpatizzanti, in allegato troverete le informazioni utili per la partecipazione all’Assemblea annuale dell’Associazione e per le votazioni del  Consiglio che si terrà lunedì 27 10 2017.

C’è la possibilità di delegare per le votazioni una sola persona, inoltre è possibile presentare la propria candidatura entro il 19 novembre 2017 con le modalità indicate.

E’ un momento importante e speriamo vivamente nella partecipazione di tutti i soci.

il Presidente – dott. Claudio Modina

convocazione assemblea – 2017

 

Droga, la revoca della patente resta anche per fatti di lieve entità.

Anche dopo le modifiche del comma 5 dell’articolo 73 del Dpr n. 309/1990, la revoca della patente di guida resta una conseguenza automatica per le persone condannate per detenzione o spaccio di stupefacenti anche se – per i mezzi, la modalità o le circostanze dell’azione o per la qualità e quantità delle sostanze – la condotta sia qualificabile di «lieve entità». Lo ha stabilito il Consiglio di Stato, sentenza 25 luglio 2017 n. 3673.

sentenza 367317 depositata il 25 luglio

Irreperibilità del destinatario: cartella illegittima se il messo non indica le ricerche svolte

CORTE DI CASSAZIONE – Ordinanza 19 giugno 2017, n. 15145

Fatti di causa

Equitalia Sud spa propone ricorso per cassazione, affidato a due motivi, nei confronti della T. srl (che non resiste), avverso la sentenza della Commissione Tributaria Regionale della Campania n. 11704/03/2015, depositata in data 21/12/2015, con la quale – in controversia concernente l’impugnazione di estratto di ruolo e della correlata cartella di pagamento, emessa per IRES, IRAP ed IVA, in relazione all’anno d’imposta 2006, – è stata riformata la decisione di primo grado, che aveva respinto il ricorso della contribuente:

In particolare, i giudici d’appello, nell’accogliere il gravame della contribuente, hanno sostenuto che la cartella non risultava ritualmente notificata in quanto l’avviso di ricevimento prodotto dal Concessionario per la riscossione non indicava “né la concreta attività svolta dal messo notificatore – (deposito presso il competente ufficio postale del destinatario e spedizione della raccomandata di garanzia, ex art. 140 c.p.c.) né l’esito della stessa”.

A seguito di deposito di proposta ex art. 380 bis c.p.c., è stata fissata l’adunanza della Corte in camera di consiglio, con rituale comunicazione alle parti; la ricorrente a depositato memoria ed il Collegio ha disposto la redazione della ordinanza con motivazione semplificata.

Ragioni della decisione

1. La ricorrente lamenta, con il primo motivo, la violazione e falsa applicazione, ex art. 360 n. 3 c.p.c., degli artt. 60 DPR 600/1973 e 26 DPR 63/1972, nonché 143 e 145 c.p.c., non avendo i giudici della C.T.R. rilevato che la notifica, stante l’irreperibilità assoluta del destinatario, era stata correttamente effettuata ai sensi dell’art.60 lett.e DPR 600/1973 ed ex art. 143 c.p.c., disposizioni che non prevedono l’inoltro della c.d. raccomandata informativa. Con il secondo motivo, la ricorrente lamenta poi la violazione, ex art. 360 n. 4 c.p.c., degli artt.19 e 21 D.Igs. 546/1992, non avendo i giudici della C.T.R. dichiarato inammissibile il ricorso introduttivo avverso un estratto di ruolo, atto interno, non rientrante tra gli atti impugnabili.

2. La seconda censura, implicante error in procedendo, di rilievo preliminare, è infondata.

Questa Corte a Sezioni Unite, con la recente sentenza n. 19704/2015, ha affermato seguente principio di diritto: “E’ ammissibile l’impugnazione della cartella (e/o del ruolo) che non sia stata (validamente) notificata e della quale il contribuente sia venuto a conoscenza attraverso l’estratto di ruolo rilasciato su sua richiesta dal concessionario, senza che a ciò sia di ostacolo il disposto dell’ultima parte del terzo comma dell’art. 19 d.lgs. n. 546 del 1992, posto che una lettura costituzionalmente orientata di tale norma Impone di ritenere che la ivi prevista impugnabilità dell’atto precedente non notificato unitamente all’atto successivo notificato non costituisca l’unica possibilità di far valere l’invalidità della notifica di un atto, del quale il contribuente sia comunque legittimamente venuto a conoscenza, e pertanto non escluda la possibilità di far valere tale invalidità anche prima, nel doveroso rispetto del diritto del contribuente a non vedere senza motivo compresso, ritardato, reso più difficile ovvero più gravoso il proprio accesso alla tutela giurisdizionale quando ciò non sia imposto dalla stringente necessità di garantire diritti o interessi di pari rilievo rispetto ai quali si ponga un concreto problema di reciproca limitazione”. La Corte, dopo avere distinto, facendo chiarezza terminologica, tra ruolo, provvedimento proprio dell’ente impositore, ed estratto di ruolo, documento, contenente gli elementi della cartella, formato dal concessionario per la riscossione, è giunta alla conclusione dell’impugnabilità “anticipata” della cartella “invalidamente notificata e conosciuta attraverso l’estratto di ruolo”, documento quest’ultimo impugnato per il suo contenuto (ossia per gli atti che in esso sono indicati e riportati). Nella specie, dalla sentenza impugnata si evince che il contribuente aveva impugnato “estratto di ruolo ed una cartella di pagamento”, di cui lamentava, in primis, la mancata notifica.

La C.T.R., nel ritenere ammissibile, ex art. 19 d.lgs. 546/1992, l’impugnazione dell’estratto di ruolo, a fronte della lamentata mancata valida notificazione della correlata cartella, risulta conforme al suddetto principio di diritto, successivamente espresso dalle Sezioni Unite.

3. Anche la seconda censura è infondata.

Questa Corte ha da tempo chiarito (Cass. 24260/2014) che “è illegittima la notificazione degli avvisi e degli atti tributari impositivi (nella specie, cartella di pagamento) effettuata ai sensi dell’art. 60, primo comma, lett. e) del d.P.R. 29 settembre 1973, n. 600, laddove il messo notificatore abbia attestato la sola irreperibilità del destinatario nel comune ove è situato il domicilio fiscale del contribuente, senza ulteriore indicazione delle ricerche compiute per verificare che il trasferimento non sia un mero mutamento di indirizzo all’interno dello stesso comune, dovendosi  procedere secondo le modalità di cui all’art. 140 cod. proc. civ. quando non risulti un’irreperibilità assoluta del notificato a ‘in dirizzo conosciuto, la cui attestazione non può essere fornita dalla parte nel corso del giudizio”. Nella specie, dall’avviso di ricevimento ritrascritto nel presente ricorso ai fini dell’autosufficienza, si evince che li messo notificatore ha attestato la mera “irreperibilità” del destinatario all’indirizzo della effettuata notifica.

4.Per tutto quanto sopra esposto, va respinto il ricorso. Non v’è luogo a provvedere sulle spese processuali, non avendo l’intimata svolto attività difensiva.

P.Q.M.

Respinge il ricorso.

Ai sensi dall’art. 13 comma 1 quater del d.P.R. n. 115 del 2002, inserito dall’art. 1, comma 17 della L. n. 228 del 2012, dà atto della sussistenza dei presupposti per il versamento, da parte della ricorrente, dell’ulteriore importo a titolo di contributo unificato pari a quello dovuto per il ricorso, a norma del comma 1-bis, dello stesso articolo 13

 

Documento unico autoveicoli: in Gazzetta il decreto che supera la carta di circolazione

Decreto legislativo, 29/05/2017 n° 98, G.U. 24/06/2017

DECRETO LEGISLATIVO 29 maggio 2017, n. 98
Razionalizzazione dei processi di gestione dei dati di circolazione e di proprieta’ di
autoveicoli, motoveicoli e rimorchi, finalizzata al rilascio di un documento unico, ai sensi
dell’articolo 8, comma 1, lettera d), della legge 7 agosto 2015, n. 124. (17G00105)
(GU n.145 del 24-6-2017)
Vigente al: 24-7-2017

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;
Vista la direttiva 29 aprile 1999, n. 1999/37/CE del Consiglio, relativa ai documenti di
immatricolazione dei veicoli, recepita con decreto del Ministro dei trasporti e della
navigazione 14 febbraio 2000, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 52 del 3 marzo 2000;
Visto il regio decreto-legge 15 marzo 1927, n. 436, convertito dalla legge 19 febbraio
1928, n. 510, recante disciplina dei contratti di compravendita degli autoveicoli ed
istituzione del Pubblico registro automobilistico presso le sedi dell’Automobile Club
d’Italia;
Visto il regio decreto 29 luglio 1927, n. 1814, recante disposizioni di attuazione e
transitorie del regio decreto-legge 15 marzo 1927, n. 436;
Visto il libro VI, titolo I, capo III, sezione I, del codice civile approvato con regio decreto
16 marzo 1942, n. 262;
Vista la legge 1° dicembre 1986, n. 870, recante misure urgenti straordinarie per i servizi
della Direzione generale della motorizzazione civile e dei trasporti in concessione del
Ministero dei trasporti, e in particolare l’articolo 18 e l’allegata Tabella 3 relativa alle
tariffe per le operazioni di motorizzazione;
Visto l’articolo 14 della legge 23 agosto 1988, n. 400;
Visto il decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, recante nuovo codice della strada;
Vista la legge 7 agosto 2015, n. 124, recante deleghe al Governo in materia di
riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche, e in particolare l’articolo 8, commi 1,
lettera d), e 5;
Visto il decreto-legge 16 maggio 2016, n. 67, convertito, con modificazioni, dalla legge 14
Copyright © – Riproduzione riservata Pagina 1 di 9
luglio 2016, n. 131;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495, recante
regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 28 settembre 1994, n. 634, recante
regolamento per l’ammissione all’utenza del servizio di informatica del centro elaborazione
dati della Direzione generale della motorizzazione civile e dei trasporti in concessione;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 19 settembre 2000, n. 358, concernente
regolamento recante norme per la semplificazione del procedimento relativo alla
immatricolazione, ai passaggi di proprieta’ e alla reimmatricolazione degli autoveicoli, dei
motoveicoli e dei rimorchi;
Vista la preliminare deliberazione del Consiglio dei ministri, adottata nella riunione del 23
febbraio 2017;
Acquisito il parere della Conferenza unificata, di cui all’articolo 8 del decreto legislativo 28
agosto 1997, n. 281, espresso nella riunione del 20 aprile 2017;
Udito il parere del Consiglio di Stato espresso dalla sezione consultiva per gli atti
normativi nell’adunanza del 28 marzo 2017;
Acquisiti i pareri delle competenti commissioni della Camera dei deputati e del Senato
della Repubblica;
Vista la seconda deliberazione preliminare del Consiglio dei ministri, adottata nella
riunione del 12 maggio 2017;
Acquisiti i pareri delle competenti commissioni della Camera dei deputati e del Senato
della Repubblica ai sensi dell’articolo 8, comma 5, della citata legge n. 124 del 2015;
Vista la deliberazione definitiva del Consiglio dei ministri, adottata nella riunione del 24
maggio 2017;
Sulla proposta del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, di
concerto con i Ministri dell’economia e delle finanze, delle infrastrutture e dei trasporti, dei
beni e delle attivita’ culturali e del turismo e della giustizia;

Emana

il seguente decreto legislativo: Art. 1
Documento unico di circolazione e di proprieta’
1. A decorrere dal 1° luglio 2018, la carta di circolazione, redatta secondo le disposizioni
contenute nella direttiva 29 aprile 1999, n. 1999/37/CE del Consiglio, costituisce il
documento unico contenente i dati di circolazione e di proprieta’ degli autoveicoli, dei
motoveicoli e dei rimorchi ricadenti nel regime dei beni mobili registrati di cui al libro VI,
titolo I, capo III, sezione I, del codice civile.
Copyright © – Riproduzione riservata Pagina 2 di 9
2. Nella carta di circolazione di cui al comma 1, di seguito denominata «documento
unico», sono annotati:
a) i dati tecnici del veicolo;
b) i dati di intestazione del veicolo, di cui agli articoli 91, 93 e 94 del decreto legislativo 30
aprile 1992, n. 285;
c) i dati validati dal Pubblico registro automobilistico, di seguito PRA, relativi alla
situazione giuridico-patrimoniale del veicolo;
d) i dati relativi alla cessazione del veicolo dalla circolazione conseguente alla sua
demolizione o alla sua definitiva esportazione all’estero.
3. Nel documento unico sono, altresi’, annotati i dati relativi alla sussistenza di privilegi e
ipoteche, di provvedimenti amministrativi e giudiziari che incidono sulla proprieta’ e sulla
disponibilita’ del veicolo, annotati presso il PRA, nonche’ di provvedimenti di fermo
amministrativo, con le modalita’, anche telematiche, previste con decreto del Ministero
delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministero della giustizia, da adottarsi
entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto.
4. Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e’ competente al rilascio della carta di
circolazione, che ha validita’ di certificazione dei dati in essa contenuti, ferma restando la
responsabilita’ dell’Automobile club d’Italia, di seguito ACI, per i dati relativi alla
proprieta’ e alla locazione finanziaria dei veicoli, e del Ministero delle infrastrutture e dei
trasporti per i dati relativi ai veicoli di cui al presente articolo.
Art. 2
Procedura di rilascio
1. Il soggetto interessato presenta istanza di rilascio del documento unico di cui all’articolo
1 in sede di prima immatricolazione o di reimmatricolazione o del suo aggiornamento
conseguente al trasferimento della proprieta’ del veicolo, corredata dalla relativa
documentazione e avvalendosi di un modello unificato definito con decreto del Ministero
delle infrastrutture e dei trasporti, sentito l’ACI, da adottare entro sessanta giorni dalla data
di entrata in vigore del presente decreto:
a) presso qualsiasi Sportello telematico dell’automobilista, di seguito STA, nelle ipotesi
previste dal decreto del Presidente della Repubblica 19 settembre 2000, n. 358, ivi
compresi gli Uffici dell’ACI in quanto STA;
b) presso il competente Ufficio motorizzazione civile, di seguito UMC, nelle ipotesi
escluse dall’ambito di applicazione del decreto del Presidente della Repubblica 19
settembre 2000, n. 358.
2. Per il rilascio e l’aggiornamento della carta di circolazione in sede di prima
immatricolazione, di reimmatricolazione o di aggiornamento, e’ corrisposta una tariffa
unica determinata con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto
con i Ministri dell’economia e delle finanze e della giustizia, da adottare entro il termine
perentorio del 30 aprile 2018, sentiti l’ACI e le organizzazioni maggiormente
Copyright © – Riproduzione riservata Pagina 3 di 9
rappresentative delle imprese di consulenza automobilistica, previo parere delle competenti
commissioni parlamentari che si esprimono entro il termine di quindici giorni decorrenti
dalla data di ricezione della richiesta. Tale tariffa e’ determinata in misura comunque non
superiore alla somma dell’importo delle due tariffe previste a normativa vigente, tenuto
conto dei costi dei servizi. Con il medesimo decreto e’, altresi’, determinato l’importo
dell’imposta di bollo unificata in misura tale da assicurare che siano garantiti, a seguito
dell’unificazione dei documenti di cui all’articolo 1, i medesimi effetti finanziari previsti a
legislazione vigente senza impatti negativi sui saldi di bilancio e sono disciplinate le
modalita’ di versamento delle tariffe all’ACI in maniera diretta e alla Motorizzazione civile,
per gli importi di rispettiva competenza.
Agli aggiornamenti della carta di circolazione relativi a situazioni giuridiche o tecniche
non soggette a trascrizione al PRA, continuano ad applicarsi le tariffe previste dalla
Tabella 3 allegata alla legge 1° dicembre 1986, n. 870. Con le stesse modalita’ previste al
primo periodo e’ disposto l’aggiornamento della tariffa unica. Il versamento della tariffa
unica e dell’imposta di bollo unificata e’ consentito anche attraverso modalita’ di
pagamento elettronico o on line. I risparmi nella gestione dei dati determinati
dall’attuazione della presente disciplina sono integralmente destinati a ridurre i costi per
l’utenza. In caso di mancata adozione del decreto di cui al presente comma, in sede di
prima applicazione la tariffa unica e’ determinata quale somma delle due tariffe previste a
normativa vigente e l’importo dell’imposta di bollo unificata e’ determinato quale somma
degli importi delle imposte di bollo dovute a normativa vigente per ciascuna tipologia di
documento. Con le medesime modalita’ previste a legislazione vigente e’ versata all’ACI e
alla motorizzazione civile una quota della tariffa unica pari all’importo della tariffa
rispettivamente prevista a legislazione vigente. Con decreto del Ministro delle
infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, e’
disposto l’aggiornamento della tariffa di cui all’ottavo periodo, con eventuale adeguamento
degli importi di competenza rispettivamente dell’ACI e della motorizzazione civile.
3. Le istanze e la relativa documentazione sono trasmesse dagli uffici che le ricevono per
via telematica al Centro elaborazione dati presso il Ministero delle infrastrutture e dei
trasporti, di seguito denominato CED, che gestisce l’Archivio nazionale dei veicoli di cui
agli articoli 225 e 226 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285.
4. Il CED trasmette contestualmente al PRA, esclusivamente per via telematica, i dati
relativi alla proprieta’ ed allo stato giuridico del veicolo, unitamente alla documentazione
in formato elettronico.
5. Il CED, dopo aver verificato la congruenza dei dati ricevuti anche utilizzando le
procedure di validazione messe a disposizione dal sistema informativo del PRA, consente
agli STA e agli UMC di stampare la carta di circolazione.
6. Gli Uffici ACI-PRA provvedono alle iscrizioni ed alle trascrizioni secondo la disciplina
contenuta negli articoli 2683 e seguenti del codice civile e nel regio decreto-legge 15
marzo 1927, n. 436, convertito dalla legge 19 febbraio 1928, n. 510, e nelle altre
disposizioni speciali che regolano l’istituto. Gli uffici del PRA, nel caso in cui accertino
irregolarita’, entro il termine di tre giorni lavorativi dal rilascio della carta di circolazione,
ricusano la formalita’ di iscrizione o di trascrizione e ne danno immediata comunicazione
allo STA richiedente e all’UMC competente, ai fini dell’adozione, da parte di quest’ultimo,
degli atti conseguenti ai sensi dell’articolo 101, comma 4, del decreto legislativo 30 aprile
Copyright © – Riproduzione riservata Pagina 4 di 9
1992, n. 285.
7. Le istanze volte alla annotazione nel PRA di privilegi e ipoteche sono presentate anche
per il tramite degli UMC e degli STA, che le inoltrano telematicamente agli uffici del
PRA, i quali provvedono alle relative registrazioni dandone comunicazione per via
telematica al CED, secondo quanto stabilito dal comma 3. I provvedimenti di fermo
amministrativo e di revoca dello stesso sono notificati dal concessionario della riscossione
al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, attraverso il collegamento telematico con il
CED, che telematicamente li comunica al sistema informativo del PRA.
Art. 3
Ulteriori disposizioni
1. Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti accede a titolo gratuito e in via telematica
a tutte le informazioni contenute nel PRA per ottemperare alle vigenti disposizioni, anche
europee e rende disponibili al PRA i dati necessari allo svolgimento dell’attivita’ di
riscossione dell’imposta provinciale di trascrizione.
2. Sono fatte salve le disposizioni in materia di imposta provinciale di trascrizione,
contenute nell’articolo 56 del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446, e quelle di cui
all’articolo 17 del decreto legislativo 6 maggio 2011, n. 68.
Art. 4
Relazione al Parlamento
1. Decorso un anno dalla data di introduzione del documento unico, il Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti trasmette al Parlamento una relazione sugli effetti e sui risultati
conseguiti evidenziando, in particolare, i risparmi conseguiti per l’utenza e gli effetti
sull’organizzazione di ACI, sentita l’ACI, anche ai fini della valutazione sull’eventuale
istituzione di un archivio unico presso il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.
2. Con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro delle
infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze,
sentita l’ACI, da adottarsi ai sensi dell’articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n.
400, entro ventiquattro mesi dall’introduzione del documento unico, sono definite le
modalita’ organizzative dell’eventuale archivio unico da istituirsi presso il Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti, in modo da assicurare la riduzione dei costi di gestione dei
dati relativi alla proprieta’ e alla circolazione dei veicoli.
Sono fatti salvi i diritti attivi e passivi dei contratti in essere alla data del predetto decreto.
Art. 5
Disposizioni di coordinamento e abrogazioni
1. Al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, sono apportate le seguenti modificazioni:
a) all’articolo 93:
1) il comma 5 e’ sostituito dal seguente: «5. Per i veicoli soggetti ad iscrizione nel P.R.A.,
nella carta di circolazione sono annotati i dati attestanti la proprieta’ e lo stato giuridico del
veicolo.»;
Copyright © – Riproduzione riservata Pagina 5 di 9
2) il comma 9 e’ soppresso;
3) il comma 12 e’ sostituito dal seguente: «12. Fermo restando quanto previsto dal decreto
del Presidente della Repubblica 19 settembre 2000, n. 358, istitutivo dello sportello
telematico dell’automobilista, gli adempimenti amministrativi previsti dal presente articolo
e dagli articoli 94 e 103, comma 1, sono gestiti in via telematica dagli uffici del
Dipartimento per i trasporti, la navigazione, gli affari generali e del personale, quale centro
unico di servizio, attraverso il sistema informativo del Dipartimento stesso.»;
b) all’articolo 94:
1) il comma 1 e’ sostituito dal seguente: «1. In caso di trasferimento della proprieta’ degli
autoveicoli, dei motoveicoli e dei rimorchi o nel caso di costituzione dell’usufrutto o di
stipulazione di locazione con facolta’ di acquisto, l’ufficio competente del Dipartimento per
i trasporti, la navigazione, gli affari generali e del personale, su richiesta avanzata
dall’acquirente entro sessanta giorni dalla data in cui la sottoscrizione dell’atto e’ stata
autenticata o giudizialmente accertata, provvede al rilascio di una nuova carta di
circolazione nella quale sono annotati gli intervenuti mutamenti della proprieta’ e dello
stato giuridico del veicolo. Il competente ufficio del P.R.A.
provvede alla relativa trascrizione ovvero, in caso di accertate irregolarita’, procede alla
ricusazione della formalita’ entro tre giorni dal ricevimento delle informazioni e delle
documentazioni trasmesse, in via telematica, dall’ufficio del Dipartimento per i trasporti, la
navigazione, gli affari generali e del personale.»;
2) il comma 2 e’ sostituito dal seguente: «2. In caso di trasferimento della residenza
dell’intestatario della carta di circolazione, o di sede se si tratta di persona giuridica,
l’ufficio competente del Dipartimento per i trasporti, la navigazione, gli affari generali e
del personale procede all’aggiornamento della carta di circolazione.»;
3) al comma 4, le parole: «dai commi 1 e 2» sono sostituite dalle seguenti: «dal comma 1»
e le parole: «e del certificato di proprieta’» sono soppresse;
c) all’articolo 94-bis, comma 1, le parole: «, il certificato di proprieta’ di cui al medesimo
articolo» sono soppresse;
d) all’articolo 95:
1) la rubrica e’ sostituita dalla seguente: «Duplicato della carta di circolazione»;
2) il comma 1 e’ soppresso;
3) il comma 6 e’ soppresso;
e) all’articolo 96:
1) il comma 1 e’ sostituito dal seguente: «1. Ferme restando le procedure di recupero degli
importi dovuti per le tasse automobilistiche, l’ente impositore, anche per il tramite del
soggetto cui e’ affidata la riscossione, qualora accerti il mancato pagamento delle stesse per
almeno tre anni consecutivi, notifica al proprietario l’avviso dell’avvio del procedimento e,
Copyright © – Riproduzione riservata Pagina 6 di 9
in assenza di giustificato motivo, ove non sia dimostrato l’effettuato pagamento entro trenta
giorni dalla data di tale notifica, chiede all’ufficio competente del Dipartimento per i
trasporti, la navigazione, gli affari generali e del personale la cancellazione d’ufficio
dall’archivio nazionale dei veicoli e dal P.R.A. Il predetto ufficio provvede al ritiro delle
targhe e della carta di circolazione tramite gli organi di polizia.»;
2) il comma 2 e’ soppresso;
f) all’articolo 101:
1) al comma 3, la parola: «novanta» e’ sostituita dalla seguente: «tre»;
2) al comma 4, le parole: «su apposita segnalazione dell’ufficio del P.R.A.,» sono
soppresse;
g) all’articolo 103:
1) il comma 1 e’ sostituito dal seguente: «1. Per esportare definitivamente all’estero
autoveicoli, motoveicoli o rimorchi, l’intestatario o l’avente titolo chiede all’ufficio
competente del Dipartimento per i trasporti, la navigazione, gli affari generali e del
personale la cancellazione dall’archivio nazionale dei veicoli e dal P.R.A., restituendo le
relative targhe e la carta di circolazione, secondo le procedure stabilite dal Dipartimento
stesso nel rispetto delle vigenti norme comunitarie in materia. La cancellazione e’ disposta
a condizione che il veicolo sia stato sottoposto a revisione, con esito positivo, in data non
anteriore a sei mesi rispetto alla data di richiesta di cancellazione. Per raggiungere i transiti
di confine per l’esportazione il veicolo cancellato puo’ circolare su strada solo se munito
del foglio di via e della targa provvisoria prevista dall’articolo 99.»;
2) al comma 2, le parole: «, altresi’» sono soppresse, le parole: «agli uffici del P.R.A.»
sono sostituite dalle seguenti: «al competente ufficio del Dipartimento per i trasporti, la
navigazione, gli affari generali e del personale» e il secondo periodo e’ sostituito dal
seguente: «Il predetto ufficio provvede alla cancellazione dall’archivio nazionale dei
veicoli e ne da’ notizia al competente ufficio del P.R.A. per la cancellazione dal pubblico
registro automobilistico.»;
h) all’articolo 201, comma 1, primo periodo, le parole: «dai pubblici registri» sono
sostituite dalle seguenti: «dall’archivio nazionale dei veicoli e dal P.R.A.» e al quarto
periodo le parole:
«dai pubblici registri» sono sostituite dalle seguenti: «dal P.R.A.»;
i) all’articolo 213, comma 7, le parole: «al P.R.A. per l’annotazione nei propri registri»
sono sostituite dalle seguenti:
«all’ufficio competente del Dipartimento per i trasporti, la navigazione, gli affari generali e
del personale per l’annotazione al P.R.A..»;
l) all’articolo 214-bis, comma 2, ultimo periodo, le parole: «al pubblico registro
automobilistico competente per l’aggiornamento delle iscrizioni» sono sostituite dalle
seguenti: «all’ufficio competente del Dipartimento per i trasporti, la navigazione, gli affari
generali e del personale per l’aggiornamento delle iscrizioni al P.R.A..»;
Copyright © – Riproduzione riservata Pagina 7 di 9
m) all’articolo 214-ter, comma 1, quarto periodo, le parole: «al pubblico registro
automobilistico per l’aggiornamento delle iscrizioni» sono sostituite dalle seguenti:
«all’ufficio competente del Dipartimento per i trasporti, la navigazione, gli affari generali e
del personale per l’aggiornamento delle iscrizioni al P.R.A.»;
n) all’articolo 226:
1) al comma 6, le parole: «del certificato di proprieta’,» sono soppresse;
2) al comma 7, le parole: «dal P.R.A.,» sono soppresse.
2. All’articolo 231, comma 5, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, il secondo
periodo e’ sostituito dal seguente: «A tal fine, entro novanta giorni dalla consegna del
veicolo o del rimorchio da parte del proprietario, il gestore del centro di raccolta, il
concessionario o il titolare della succursale restituisce la carta di circolazione e le targhe ad
uno sportello telematico dell’automobilista che provvede secondo le procedure previste dal
decreto del Presidente della Repubblica 19 settembre 2000, n. 358.».
3. Con decreto del Presidente della Repubblica, da adottare ai sensi dell’articolo 17, comma
1, della legge 23 agosto 1988, n. 400, entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore
del presente decreto, sono definite le disposizioni di coordinamento relative al decreto del
Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495.
4. Con decreto del Presidente della Repubblica, da adottare ai sensi dell’articolo 17, comma
2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore
del presente decreto, sono definite le disposizioni di coordinamento relative al decreto del
Presidente della Repubblica 19 settembre 2000, n. 358.
Art. 6
Disposizioni transitorie e finali
1. Le carte di circolazione e i certificati di proprieta’, anche in formato elettronico, rilasciati
anteriormente al termine di cui all’articolo 1, comma 1, mantengono la loro validita’.
Qualora divenga necessario provvedere alla loro nuova emissione, essi sono sostituiti dal
documento unico.
2. Dall’attuazione del presente decreto non devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico
della finanza pubblica. Le amministrazioni pubbliche interessate provvedono all’attuazione
delle disposizioni del presente decreto con le risorse umane, strumentali e finanziarie
disponibili a legislazione vigente.
3. A decorrere dall’entrata in vigore del presente decreto, la vigilanza sull’ACI e’ esercitata,
nell’ambito delle risorse finanziarie, umane e strumentali disponibili a legislazione vigente,
dalla Presidenza del Consiglio dei ministri e, limitatamente alle attivita’ del PRA, dal
Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, ferme restando le competenze del Ministero
della giustizia e dell’autorita’ giudiziaria previste dalle disposizioni vigenti.
Art. 7
Entrata in vigore
Copyright © – Riproduzione riservata Pagina 8 di 9
1. Il presente decreto entra in vigore decorsi trenta giorni dalla data della sua pubblicazione
nella Gazzetta Ufficiale, ad eccezione delle disposizioni di cui all’articolo 5, commi 1 e 2,
che entrano in vigore a decorrere dal 1° luglio 2018.
Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara’ inserito nella Raccolta ufficiale
degli atti normativi della Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di
osservarlo e di farlo osservare.
Dato a Roma, addi’ 29 maggio 2017
MATTARELLA
Gentiloni Silveri, Presidente del Consiglio dei ministri
Madia, Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione
Padoan, Ministro dell’economia e delle finanze
Delrio, Ministro delle infrastrutture e dei trasporti
Franceschini, Ministro dei beni e delle attivita’ culturali e del turismo
Orlando, Ministro della giustizia
Visto, il Guardasigilli: Orlando
Copyright

VEICOLI ECCEZIONALI E TRASPORTI IN CONDIZIONE DI ECCEZIONALITA’

Cari Colleghi,

L’associazione Polizia locale della Provincia di Bergamo, in collaborazione con la Polizia Locale e l’Amministrazione del comune di Bergamo, organizza per il giorno Giovedì 22 giugno 2017  dalle ore 14.00 alle 18.00, presso la sede del Comando di Polizia Locale di Bergamo, una giornata di studio sul tema dei

VEICOLI  ECCEZIONALI E  TRASPORTI IN CONDIZIONE  DI ECCEZIONALITA’

Relatore Ufficiale di P.L. a.r. M. Locatelli

Vi aspettiamo numerosi.

Locandina  corso bergamo trasp eccez

Mobilità cat. C – Agente di Polizia Locale Comune di Erbusco

Cari colleghi

Oggetto: bando mobilità agente di polizia locale

Per opportuna conoscenza e per garantire la massima pubblicità, si pubblica,
in allegato, Bando di mobilità di Agente di POLIZIA LOCALE CAT. C1 presso il
Comune di Erbusco. Le domande dovranno essere presentate entro e non oltre
il 10.04.2017

Grazie e Buona Giornata

ESPERIMENTO PROCEDURA DI MOBILITA

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA DI MOBILITA

 

Osio Sopra – Bando mobilità Agente cat C. più altre figure amministrative

Cari colleghi,

vi segnalo il Bando di Mobilità per Agente Cat. C del Comune di Osio Sopra

Il bando prevede anche la mobilità di altre figure amministrative

Bando: Bando5mobilit_13660_78  – ERRATACORRIGEbandofirmato_13660_82 Domanda

Domanda mobilità: DomandamobilitCONCORSO_13660_80

Buon lavoro a tutti

50° Associazione Polizia Locale Provincia di Bergamo – Festa di San Sebastiano 2017

Cari colleghi,

in occasione del 50° della fondazione dell’Associazione di Polizia Locale della Provincia di Bergamo, si è voluto organizzare un evento unico al quale rivolgiamo a tutti i colleghi un gradito invito a partecipare secondo le modalità inserite nella locandina che di seguito alleghiamo.

Lettera del Presidente Dott. Claudio Modina san-sebastiano-2017

Locandina San Sebastiano 2017 locandinasansebastiano2017

Nell’occasione auguriamo a tutti i colleghi ed alle proprie famiglie liete Festività Natalizie

 

Giubileo della Giustizia

Carissime persone che operate a vario titolo nel mondo della Giustizia.

Sono ad invitarvi a partecipare con i vostri famigliari al Giubileo della giustizia

con il nostro vescovo Francesco.

L’evento è stato pensato per Venerdì 4 Novembre.

Il programma concordato si articolerà in alcuni momenti:

Ore 14,30 In Cattedrale possibilità di accostarsi al Sacramento della Confessione.

Ore 15,30 Inizio della celebrazione giubilare dal Battistero in piazza Duomo in città Alta.

Processionalmente passaggio per la Porta Santa e celebrazione Eucaristica in Cattedrale.

La Celebrazione Eucaristica sarà accompagnata dal coro dei Cadetti dell’Accademia

della Guardia di Finanza.

L’invito è da estendere anche a tutti i reparti dipendenti.

Ringrazio di cuore per la vostra attenzione

don Fausto Resmini

LA RIFORMA DELLA LEGGE QUADRO SULL’ORDINAMENTO DELLA POLIZIA LOCALE

Cari colleghi,

Dopo la pausa estiva, dall’ultima settimana di settembre, riprenderà
l’iter parlamentare per l’approvazione della riforma della legge quadro
sull’ordinamento della Polizia Locale, che influirà in modo determinante
sul nostro futuro lavorativo.

Lunedì 26 settembre c.a., avremo l’occasione di parlare direttamente con
uno dei principali protagonisti della riforma, l’On. Alessandro
NACCARATO, relatore presso la Camera dei Deputati del nuovo disegno di
legge, e con Simona BORDONALI, Assessore alla Sicurezza di Regione
Lombardia, e Fabrizio Cristalli, Direttore Generale della Direzione
Sicurezza di Regione Lombardia.

Vi invito, pertanto, a partecipare

LUNEDI’ 26 SETTEMBRE 2016, ALLE ORE 16:00, PRESSO L’AUDITORIUM DELLA BCC
DI TREVIGLIO, UBICATO IN TREVIGLIO (BG) VIA CARLO CARCANO N. 6, CON
INGRESSO ANCHE DA VIALE CESARE BATTISTI N. 36 (NEI PRESSI DEL COMANDO DI
POLIZIA LOCALE), AL CONVEGNO

“LA RIFORMA DELLA LEGGE QUADRO SULL’ORDINAMENTO DELLA POLIZIA LOCALE”,

TEMA DI ASSOLUTA ATTUALITA’ E CRUCIALE PER IL FUTURO DELLA POLIZIA
LOCALE, CONSIDERATO CHE A BREVE RIPRENDERA’ L’ITER PARLAMENTARE PER
L’APPROVAZIONE DELLA ATTESA RIFORMA

INTERVERRANNO:

-JURI IMERI, SINDACO DI TREVIGLIO (BG), PER UN SALUTO

-ON. ALESSANDRO NACCARATO, RELATORE DELLA PROPOSTA DI LEGGE DI RIFORMA
DELL’ORDINAMENTO DELLA POLIZIA LOCALE PRESSO LA CAMERA DEI DEPUTATI;

-SIMONA BORDONALI, ASSESSORE ALLA SICUREZZA, PROTEZIONE CIVILE E
IMMIGRAZIONE DELLA REGIONE LOMBARDIA;

-FABRIZIO CRISTALLI, DIRETTORE GENERALE – DIREZIONE SICUREZZA,
PROTEZIONE CIVILE E IMMIGRAZIONE DELLA REGIONE LOMBARDIA.

Allego locandina.

Dott. Antonio Nocera
Comandante Polizia Locale

Locandina conv-riforma-polizia-locale-mod2-1

Comunicato Stampa

C O M U NI C A T O   S T A M P A

L’associazione Polizia Locale della Provincia di Bergamo, consapevole del forte bisogno di sicurezza dei territori della provincia di Bergamo e nell’ottica di elargire la massima collaborazione alle Forze di Polizia, doverosamente rappresenta quanto segue.

– la Polizia Locale, nelle ore diurne, evade per quanto sia possibile  tutte le richieste di intervento di infortunistica stradale, su segnalazione ricevute dalle forze di Polizia dello Stato;

– dall’anno 2009 gli organici di Polizia Locale sono in continua diminuzione a causa del patto di stabilità, che di fatto impedisce di poter sostituire personale in quiescenza, dimissionario o trasferito per mobilità;

– le piante organiche dei vari Corpi e Servizi, sono al di sotto del minimo previsto dai parametri regionali per la copertura dei servizi  d’istituto.

Per le ragioni esposte, condividendo l’esigenza di una maggior presenza nelle fasce serali per le funzioni di polizia stradale, si evidenzia l’impossibilità di organizzare in modo ordinario dei turni di copertura notturna, anche in servizi associati o in convenzione, sia per la mancanza di risorse, sia per la mancanza di tutte quelle tutele che l’ordinamento garantisce alle  Forze di Polizia dello Stato.

lettera comunicato stampa

Giornata di Studio CATTIVA AMMINISTRAZIONE E RESPONSABILITA’ AMMINISTRATIVA

Cari Colleghi,

 

Siamo Lieti di segnalarVi l’iniziativa sopra indicata che si terrà il 7 giugno 2016 presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Bergamo dal titolo

“CATTIVA AMMINISTRAZIONE E RESPONSABILITA’ AMMINISTRATIVA”.

Locandina_convegno_Bergamo 7 giugno 2016 A3

La partecipazione è libera e gratuita.

Entrambe le sessioni del convegno sono state accreditate ai fini della formazione professionale continua dall’Ordine degli Avvocati e dall’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili

Bando nuovo Logo dell’Associazione Polizia Locale della Provincia di Bergamo

A soci, ai simpatizzanti e tutti coloro fossero interessati,

In occasione del 50° anno di fondazione dell’Associazione di Polizia Locale della Provincia di Bergamo il consiglio direttivo vuole promuovere un concorso per la realizzazione di un logo che rappresenti al meglio la propria attività, deliberando il seguente Bando.

Bando Concorso LOGO AssociazionePLBG

Domanda Concorso LOGO AssociazionePLBG

Copyright Concorso LOGO AssociazionePLBG

Premi allo Studio – Associazione Polizia Locale della provincia di Bergamo

 

A tutti gli associati,

In occasione del 50° anno di Fondazione dell’Associazione di Polizia Locale della provincia di Bergamo, il Consiglio Direttivo ho deliberato di istituire a benificio dei soci o dei figli dei soci dell’Associazione alcuni “Premi allo Studio” per i frequentanti delle Università e delle Scuole Secondarie di secondo grado.

Bando Borsa di Studio AssPLBG

Domanda di partecipazione Borsa di Studio AssPLBG

 

 

Bandi Regione Lombardia 2016

fonte: http://www.regione.lombardia.it/cs/Satellite?c=News&childpagename=Regione%2FDetail&cid=1213796351737&pagename=RGNWrapper

Regione Lombardia

Sono stati pubblicati i risultati dei due bandi sulla sicurezza che avevamo presentato nei mesi scorsi. A disposizione di Comuni, Unioni di Comuni e Comunità montane mettiamo 8,6 milioni di euro che serviranno a finanziare 169 progetti per installare impianti di videosorveglianza e dotare le polizie locali di strumentazioni adeguate.

Scheda Video (1)     Scheda Polizie (1)

 

Giornate di aggiornamento 21 aprile 2016 – Albano S.A. – 11 maggio2016 – Villa di Serio

L’Associazione di Polizia Locale di Bergamo

propone altri due occasioni formative in cui verranno approfondite le novità inerenti il CdS come sempre trattate da Ten. a .r. Mario Locatelli.

Di seguito la locandina dei due corsi e le relative schede di iscrizione.

 

Per ulteriori informazioni:  consigliere speciale Maurizio Foglieni – telefono 3208275648 – 0350603517

Locandina – Scheda di Iscrizione Locandina_21042016[1]

 

Lutto

fiocco nero

L’Associazione annuncia la triste notizia della scomparsa del Comandante di Polizia Locale Sebastiano Masia,

padre del Giudice Vittorio Masia al quale siamo vicini in questo triste momento.

 

Per chi volesse partecipare ai funerali dello stimato collega, ex Comandante di Lecco, il ritrovo è fissato martedi alle ore 13.30, presso la Sede dell’Associazione di Polizia Locale, Bergamo – P.le Goisis,(c/o Lazzaretto), per ppi partire alla volta di Lecco.

Si invita la presenza in divisa.

Il Presidente

Dott. Claudio Modina

Corso Formativo – Maltrattamento di animali e pericolosità sociale – 11-12-2015

Si segnala l’interessantissimo corso riguardante

Maltrattamento di animali e pericolosità sociale che si terrà a Seriate il giorno 11 dicembre 2015

Locandina  Seriate 11 dic (1)

Il corso prevede il riconoscimento dei seguenti crediti

7 Crediti Formativi per assistenti sociali

17 ECM per medici generici, psichiatri,neuropsichiatri infantili, pediatri, psicologi,ginecologi,logopedisti e veterinari

6 crediti per avvocati

 

Guida in stato di ebbrezza: il giudice può ritenerla non punibile per particolare tenuità del fatto

La Corte di Cassazione ha precisato nella sentenza 44132/2015 che la causa di non punibilità prevista all’art. 131 bis c.p. può applicarsi anche al reato di cui all’art. 186, comma 2, lett. b) del Codice della strada, illecito penale definito anche attraverso la tecnica della “soglia”.
Per i reati di soglia occorre verificare necessariamente se quanto realmente accaduto sia effettivamente di una particolare tenuità tale da giustificare la non punibilità.
Vanno dunque verificate l’entità dello stato di ebbrezza, le modalità della condotta, l’entità del pericolo o del danno cagionato.

Fonte: Guida in stato di ebbrezza: il giudice può ritenerla non punibile per particolare tenuità del fatto
(www.StudioCataldi.it)

Niente tagli ai dirigenti ma fondi accessori bloccati per tutti – Turn over giù al 25%

I risparmi dovrebbero arrivare soprattutto da due misure: – riduzione del turnover al 25% e – congelamento dei fondi per il trattamento accessorio.

Si segnala un articolo sull’argomento al seguente link:

http://www.sivempveneto.it/leggi-tutte-le-notizie/29674-pa-fondi-accessori-bloccati-per-tutti-e-turn-over-giu-del-25-per-i-rinnovi-300-mln-ma-74-sono-per-la-polizia

Accesso agli atti da cui è tratta origine un’azione ispettiva di polizia giudiziaria

Sentenza del TAR Toscana n. 1323 del 07/10/2015, emessa a seguito di un sopralluogo svolto dal personale della Polizia Municipale a seguito di esposto che evidenziava il maltrattamento di animali

Si segnala un interessante articolo sull’argomento al seguente link:

http://www.segretaricomunalivighenzi.it/22-10-2015-accesso-agli-atti-da-cui-e-tratta-origine-un2019azione-ispettiva-di-polizia-giudiziaria

I reati a querela si estingueranno con la riparazione

Una delle novità di maggiore rilievo nella riforma del processo penale, attualmente all’esame del Senato, che confluirà nell’art. 162-ter c.p., consiste nell’estinzione di diversi reati procedibili a querela qualora l’imputato offra adeguata riparazione del danno arrecato alla persona offesa.
L’intero approfondimento sul tema è consultabile qui.

Fonte: Studiocataldi.it

Emilia, del. n. 130 – La spesa relativa alle assunzioni stagionali finanziate con i proventi derivanti dalle sanzioni al CdS va esclusa dal calcolo del limite per il lavoro flessibile

La spesa relativa alle assunzioni stagionali a progetto di agenti di Polizia locale, finanziata con i proventi derivanti dalle sanzioni al codice della strada, di cui all’articolo 208, comma 5-bis, non rientra nel calcolo del limite di spesa previsto per il lavoro flessibile dall’articolo 9, comma 28, del d.l. 78/2010:

http://www.self-entilocali.it/2015/09/22/emilia-del-n-130-assunzioni-stagionali-a-progetto-di-agenti-di-polizia-locale/

Lombardia, del. n. 272 – Trasformazione a tempo pieno: prima il riassorbimento delle Province

E’ possibile convertire a tempo pieno il rapporto di lavoro di un dipendente assunto a tempo parziale?

Si segnala la deliberazione 272/2015 della Corte dei Conti Lombardia che precisa che la trasformazione a tempo pieno di un rapporto di lavoro effettuato originariamente a tempo parziale costituisce una nuova assunzione:

http://www.self-entilocali.it/2015/09/23/lombardia-del-n-272-trasformazione-a-tempo-pieno-prima-il-riassorbimento-delle-province/

Corso gratuito sul commercio giovedi’ 12 e mercoledi’ 18 novembre

Vi segnaliamo l’interessantissimo corso organizzato dal collega Pagani

. . .

Egregi Colleghi

Il Comune di Chiari in collaborazione con la Camera di Commercio di Brescia organizza un corso gratuito di due mattinate sulla vigilanza nei prodotti elettrici, giocattoli, tessili e calzaturieri ed il relativo regolamento CE.

E’ un piacere anticiparvi il programma dei due convegni con preghiera di diffusione e di iscrizione.

Ringraziandovi per l’attenzione che vorrete prestare,
colgo l’occasione per porgere cordiali saluti.

Com. Agg.
Mirco Pagani

In allegato i programmi delle due giornate

Vigilanza sui prodotti tessili 18 Nov

Vigilanza sui giocattoli prodotti elettrici DPI12 nov

Nullo l’accertamento con telelaser se manca l’avviso anche a sinistra su strada a due corsie.

Significativa sentenza del Tribunale di Trento che ha ritenuto nullo l’accertamento e la conseguente contestazione di eccesso di velocità per un veicolo che ne sorpassava un altro e che non avrebbe visto l’avviso perché coperto dal veicolo sorpassato.
In buona sostanza secondo il giudice adito, traendo motivazione dal comma 6 bis dell’art. 142 cds, il segnale di avviso di rilevamento della velocità dev’essere visibile a tutti i conducenti per cui, nei tratti a doppia corsia, i cartelli devono essere due, a destra ed a sinistra, per evidenziare la postazione di controllo anche a favore di chi sorpassa altri veicoli.

L’approfondimento è consultabile qui

Fonte: Studiocataldi.it

Umbria, del. n. 97 – Assunzione a tempo determinato negli enti di piccole dimensione

 

Umbria, del. n. 97 – Assunzione a tempo determinato negli enti di piccole dimensione

Un Comune può procedere ad una assunzione a tempo determinato di un agente di polizia locale pur non avendo sostenuto alcuna spesa per lavoro flessibile nell’anno 2009 nonché nel triennio 2007-2009?

http://www.self-entilocali.it/2015/09/01/umbria-del-n-97-assunzione-a-tempo-determinato-negli-enti-di-piccole-dimensione/

 

 

 

 

 

Silenzio-assenso più veloce per il permesso di costruire

Termini più brevi per il silenzio-assenso in tema di edilizia, istituto valevole ora anche in caso di interventi in ambiti rientranti nella tutela ambientale, paesaggistico-territoriale, dei beni culturali e della salute dei cittadini.
Inoltre, con la riforma della PA viene modificato anche l’articolo 21-nonies della L. 241/90, ora con la prescrizione del termine massimo di 18 mesi per potere procedere all’annullamento d’ufficio di un’autorizzazione.
Leggi l’approfondimento qui

Fonte: edilportale.com

Pergolati e strutture amovibili su balconi e terrazzi privati ora anche senza chiedere alcuna autorizzazione al Comune

La sentenza 1777/2014 del Consiglio di Stato apre di fatto la strada al potere sfruttare al meglio le superfici esterne delle abitazioni e degli uffici senza adempimenti burocratici, a patto che pergolati e strutture amovibili non comportino un aumento del volume e della superficie coperta.
Puoi consultare l’approfondimento qui.

Fonte: www.italiaora.net

Previdenza integrativa P.M. e spese del personale

Le somme accantonate a titolo di previdenza complementare per la polizia municipale devono essere incluse nella spesa del personale oggetto di contenimento ai sensi dell’articolo 1, comma 557 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, mentre vanno escluse dal calcolo del trattamento economico complessivo dei singoli dipendenti di cui all’articolo 9, commi 1 e 2 bis del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito dalla legge 30 luglio 2010, n. 122”

http://www.self-entilocali.it/2015/08/06/emilia-del-n-127-previdenza-integrativa-p-m/

Decreto enti territoriali: approvato dalla Camera il DDL di conversione – Possibili le assunzioni stagionali di agenti di polizia locale

Sono fatte salve le assunzioni di personale a tempo determinato effettuate dopo la data di entrata in vigore del presente decreto, anche se anteriormente alla data di entrata in vigore della relativa legge di conversione, per lo svolgimento di funzioni di polizia locale, esclusivamente per esigenze di carattere strettamente stagionale e comunque per periodi non superiori a cinque mesi nell’anno solare, non prorogabili”.

Si segnala:

http://segretaridellazio.blogspot.it/2015/08/nel-ddl-di-conversione-del-dl-782015-la.html

 

 

Assunzioni di agenti di polizia locale stagionali

Si segnalano:

– la nota del 24 giugno 2015 inviata dal Presidente dell’ANCI al Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione;

– la lettera di risposta protocollo n. 842 del 9 luglio 2015, a firma del Ministro Madia.

Per leggere i documenti, cliccare QUI

Si segnala anche:

Misure in materia di polizia provinciale (articolo 5, comma 3 – DL 78/2015): Legautonomie scrive al Ministro Madia

Cliccare QUI per leggere il documento

 

 

 

 

Corte dei Conti, sezione Autonomie: la previdenza complementare per la polizia locale va inclusa nella spesa del personale?

Con la delibera n. 22 del 25 giugno 2015 la Corte dei Conti, Sezione delle Autonomie, ha chiarito che la previdenza complementare per la polizia locale deve essere inclusa nella spesa del personale oggetto di contenimento ai sensi dell’articolo 1, comma 557 della legge n. 296/2006, mentre va esclusa dal calcolo del trattamento economico complessivo dei singoli dipendenti di cui all’articolo 9, commi 1 e 2 bis del D.L. n. 78/2010 convertito dalla legge n. 122/2010:

http://www.self-entilocali.it/2015/07/08/autonomie-del-n-22-previdenza-integrativa-p-m/

 

DL 78/2015: note di approfondimento sulle disposizioni per gli enti locali

Nella Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n.140 del 19-6-2015 – Suppl. Ordinario n. 32, è stato pubblicato il decreto-legge 19 giugno 2015, n. 78 recante “Disposizioni urgenti in materia di enti territoriali”.

Si segnala una nota di approfondimento sul decreto, con particolare attenzione alle disposizioni riguardanti gli Enti Locali:

http://segretaridellazio.blogspot.it/2015/06/dl-782015-nota-di-approfondimento-della.html

 

FONDI UE, PUBBLICATA LA GUIDA AI FINANZIAMENTI EUROPEI 2015

Sul sito di CITTALIA

http://www.cittalia.it/index.php/item/5870-fondi-ue-pubblicata-la-guida-ai-finanziamenti-europei-2015

è stata pubblicata l’utilissima Guida pratica ai fondi europei 2014-2020, per favorire la conoscenza delle opportunità di finanziamento dell’Unione europea per contribuire alla crescita dei territori e al benessere dei cittadini quale obiettivo dell’edizione 2015.

 

 

Convocazione Assemblea 2015

Carissimi associati,

vi comunichiamo che in occasione dell’incontro formativo gratuito avente per oggetto “Il trasporto degli animali – Aspetti pratici e legislativi nell’applicazione della norma, organizzato in collaborazione con la LAV di Bergamo, che si terrà la mattina di lunedì 29 giugno presso il Comando di Polizia locale di Bergamo, in via Coghetti n. 10

è convocata

l’assemblea ordinaria degli associati, in prima convocazione, per il giorno 28 giugno 2015 alle ore 11.00 presso la sede sociale sita a Bergamo, P.le Goisis n.6, ed in seconda convocazione per il giorno 29 GIUGNO 2015 alle ore 11.00  a Bergamo, via Coghetti n. 10, presso la sede del Comando della Polizia Locale di Bergamo.

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA convocazione assemblea soci_29_06_15

Vi aspettiamo numerosi

Buon lavoro a tutti

Prevenzione incendi, quali sono i requisiti per definire “temporanea” una manifestazione?

Quali sono i requisiti di tipo temporale e/o tecnico per definire una manifestazione come temporanea, al fine di assicurare una corretta ed omogenea applicazione del D.P.R. 151/2011 con riferimento alle attività sottoposte ai controlli di prevenzione incendi?

Si segnala:

http://polizialocale-mase.blogspot.it/2015/06/prevenzione-incendi-quali-sono-i.html

 

 

Anticorruzione: Torna la punibilità per concussione dell’incaricato di pubblico servizio

La legge anti-corruzione (L. n. 69/2015) contempla un inasprimento del trattamento dei reati contro la p.a. quali concussione, corruzione e peculato.
In particolare viene ampliato il novero dei soggetti perseguibili per concussione, ricomprendendovi anche l’incaricato di pubblico servizio.

Vedi l’approfondimento su: Studiocataldi.it

Fonte: Studiocataldi.it

Anche per la sola sanzione amministrativa è obbligatorio l’avviso di assistenza per l’alcoltest

Anche nel caso che a seguito di accertamento tecnico irripetibile il risultato della rilevazione sia inferiore a 0,8 g/l è obbligatorio il preventivo avviso alla persona sottoposta alle indagini circa la facoltà di farsi assistere dal difensore di fiducia. La seguente contestazione in sede amministrativa è annullabile in quanto basata su un atto nullo ai sensi del c.p.p. e quindi inutilizzabile per l’irrogazione della sanzione amministrativa.
Così ha recentemente sentenziato il Giudice di Pace di Rho il 27/5/2015 con sentenza R.G. 150/2015.

Leggi l’approfondimento su Studiocataldi.it

Fonte: Studiocataldi.it

Potere discrezionale del Questore per la sospensione della licenza di un pubblico esercizio per schiamazzi

In TAR TOSCANA, SEZ. II – sentenza 1° giugno 2015 n. 843, si sottolinea la natura ampiamente discrezionale del potere del Questore di sospendere la licenza di un p.e. a garanzia di interessi pubblici primari quali la sicurezza e l’ordine pubblico, qualora a prescindere dalla colpa del titolare dell’esercizio ricorra una situazione tale da configurare una fonte di pericolo concreto ed attuale per la collettività.
E’ sufficiente secondo la predetta sentenza che “l’esercizio costituisca “un pericolo per l’ordine pubblico, per la moralità pubblica e il buon costume o per la sicurezza dei cittadini”, a prescindere, cioè, dai tumulti o gravi disordini che ivi siano avvenuti, o dal fatto che il locale sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose.” in quanto “l’incontrollato assembramento di persone all’esterno del locale in questione provocava non solo disturbo alla quiete pubblica, ma anche pericolo alla circolazione stradale e all’incolumità personale, (data, n.d.r.) l’occupazione del manto stradale da parte degli avventori (…) stessi.

Di seguito il testo integrale della sentenza:

TAR TOSCANA, SEZ. II – sentenza 1° giugno 2015 n. 843

N. 00843/2015 REG.PROV.COLL.

N. 01644/2014 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana

(Sezione Seconda)

ha pronunciato la presente
SENTENZA

sul ricorso numero di registro generale 1644 del 2014, proposto da:
“Tandem” di Valentini Leonardo e Nencini Alessando S.n.c., rappresentata e difesa dagli avv. Franco Nencini e Maria Beatrice Pieraccini, con domicilio eletto presso – Segreteria T.A.R. in Firenze, Via Ricasoli 40;
contro
Questura di Lucca, in persona del Questore p.t., Ministero dell’Interno, in persona del Ministro p.t., costituitisi in giudizio, rappresentati e difesi per legge dall’Avvocatura Distr.le dello Stato di Firenze, presso i cui Uffici, in Firenze, Via degli Arazzieri 4, sono legalmente domiciliati;
per l’annullamento
– del decreto prot. n. 1907 cat. 23/PAS/2014 in data 13 ottobre 2014, notificato il successivo 14 ottobre 2014, emesso dal Questore di Lucca, con il quale è stata disposta la sospensione per 10 giorni ai sensi dell’art. 100 del T.U.L.P.S. delle autorizzazioni già rilasciate al ricorrente per l’attività di somministrazione di alimenti e bevande, svolta all’ interno del pubblico esercizio denominato “TANDEM BAR”;
– di ogni altro atto presupposto – tra cui, per quanto occorrer possa, il verbale relativo agli accertamenti effettuati dal personale della Stazione dei Carabinieri di Lido di Camaiore in data 4.10.2014, a oggi non conosciuto -, connesso e consequenziale;
nonché per l’annullamento , previa sospensione,
– del decreto prot. n. 1578 cat. 23/PAS/2014 in data 18 agosto 2014, notificato il successivo 21 agosto, con cui il Questore di Lucca ha disposto la sospensione per 7 giorni, ai sensi dell’art. 100 del T.U.L.P.S., delle autorizzazioni già rilasciate al ricorrente per l’attività di somministrazione di alimenti e bevande, svolta all’interno del pubblico esercizio – denominato “TANDEM BAR”;
– di ogni altro atto presupposto – tra cui, per quanto occorrer possa, il verbale del sopralluogo della Polizia Municipale del Comune di Camaiore in data 19 luglio 2014, i verbali relativi agli accertamenti effettuati da personale della Stazione Carabinieri di Lido di Camaiore in data 20, 26 e
30 luglio 2014, e la nota del Commissariato di P.S. di Viareggio del 14.08.2014, atti ad oggi incogniti-, connesso e consequenziale;
e per la condanna
al risarcimento di tutti i danni subìti e subendi, che saranno provati in corso di causa, consistenti nei mancati incassi, negli investimenti effettuati e in ogni altro nocumento ricevuto con riferimento ai giorni in cui il pubblico esercizio è stato forzosamente chiuso;

Visti il ricorso e i relativi allegati;
Visti gli atti di costituzione in giudizio della Questura di Lucca e del Ministero dell’Interno;
Viste le memorie difensive;
Visti tutti gli atti della causa;
Relatore nell’udienza pubblica del giorno 26 febbraio 2015 la dott.ssa Eleonora Di Santo e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;
Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue.

FATTO e DIRITTO
In data 21 agosto 2014 veniva notificato al sig. Nencini Alessandro, in qualità di legale rappresentante della “TANDEM di Valentini Leonardo e Nencini Alessandro s.n.c.”, il provvedimento, datato 18 agosto 2014, di sospensione – per giorni 7 a decorrere dalla notifica del medesimo provvedimento – ex art. 100 T.U.L.P.S. della validità della autorizzazioni amministrative per l’attività di somministrazione di alimenti e bevande da esercitarsi all’interno del pubblico esercizio sito in Lido di Camaiore (LU) V.le Colombo n. 17 denominato “TANDEM BAR”.
Il provvedimento traeva origine, tra l’altro, dalla nota datata 2 agosto 2014 con la quale il Comando della Polizia Municipale di Camaiore aveva rappresentato varie problematiche di ordine e sicurezza pubblica inerenti l’attività del predetto esercizio pubblico. In particolare, aveva segnalato che l’utenza del predetto locale, giovani tra i 14 e i 20 anni, per la ridotta capienza dello stesso, come si evince dalla documentazione fotografica a tale nota allegata, stazionava nell’area esterna, occupando la sede stradale e limitando l’accesso alla pubblica via, aperta peraltro al transito veicolare con la conseguenza di ostacolare il regolare flusso automobilistico. Come confermato dalle dichiarazioni rese alla Polizia Municipale di Camaiore da alcuni cittadini, coloro i quali tentavano di transitare o di raggiungere la propria abitazione ubicata sulla via interessata, erano oggetto di insulti e minacce da parte degli avventori che addirittura colpivano le auto, rendendo così difficoltoso il passaggio. Inoltre, l’assembramento che si creava, specie nelle sere del mercoledì e venerdì dalle ore 23,00 alle ore 01,00 circa, all’esterno del locale in parola, provocava un continuo chiacchiericcio, urla e schiamazzi che recavano disturbo ai residenti della zona, che avevano inoltrato numerosi esposti e richiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine che nel corso di ripetuti controlli effettuati il 19, 20, 26 e 30 luglio 2014 avevano accertato che la via Catalani ed i marciapiedi di v.le Colombo diventavano di fatto intransitabili, tanto da far supporre che anche l’eventuale passaggio di mezzi di soccorso potesse essere intralciato.
Rilevato, pertanto, che l’incontrollato assembramento di persone all’esterno del locale in questione provocava non solo disturbo alla quiete pubblica, ma anche pericolo alla circolazione stradale e all’incolumità personale, poiché l’occupazione del manto stradale da parte degli avventori del locale oltre a limitare la libera circolazione e generare problemi tra questi ultimi ed i conducenti dei veicoli interessati al transito, costituiva pericolo per l’incolumità degli avventori stessi che, noncuranti del traffico che scorre lungo viale Colombo, sarebbero potuti rimanere coinvolti in sinistri stradali, il Questore di Lucca emetteva in data 18 agosto 2014 – a tutela dell’ordine pubblico e della sicurezza dei cittadini – il suindicato provvedimento con il quale disponeva la sospensione per 7 giorni ai sensi dell’art. 100 del T.U.L.P.S. delle autorizzazioni già rilasciate al sig. Nencini per l’attività di somministrazione di alimenti e bevande, svolta all’ interno del pubblico esercizio denominato “TANDEM BAR”. Nel provvedimento si sottolineava, altresì, come “la sospensione della licenza [fosse] l’unica misura potenzialmente in grado di far decantare la situazione e di interrompere la spirale degli avvenimenti, dando un preciso segnale che la situazione venutasi a creare non è ulteriormente tollerabile, considerato che anche i ripetuti interventi delle forze di polizia non si sono rivelati sufficienti a normalizzare la situazione”.
In data 14 ottobre 2014, preso atto del perdurare delle problematiche che avevano determinato l’emissione del suindicato provvedimento attesi i continui esposti dei residenti, confermati nel contenuto dalla Stazione Carabinieri di Lido di Camaiore che aveva constatato l’attualità delle criticità segnalate, veniva notificato al sig. Nencini un altro provvedimento – datato 13 ottobre 2013 – ex art. 100 T.U.L.P.S. con il quale le autorizzazioni sopra specificate venivano sospese per giorni 10.
Con il ricorso in esame, il sig. Nencini, in qualità di legale rappresentante della società “TANDEM di Valentini Leonardo e Nencini Alessandro s.n.c.” ha, quindi, impugnato entrambi i suindicati provvedimenti, e ha chiesto, altresì, il risarcimento di tutti i danni subìti e subendi, da provare in corso di causa, consistenti nei mancati incassi, negli investimenti effettuati e in ogni altro nocumento ricevuto con riferimento ai giorni in cui il pubblico esercizio è stato forzosamente chiuso.
Con un unico motivo di ricorso, si deduce “Violazione e/o falsa applicazione dell’art. 100 del R.D. 18 giugno 1931, n. 773 – Violazione dell’art. 97 Cost. e del principio di imparzialità dell’azione amministrativa in esso sancito- Violazione dell’art. 3 della legge 7 agosto 1990, n. 241 e ss. mm. e ii. – Eccesso di potere per carenza dei presupposti di fatto e di diritto – Eccesso di potere per illogicità e irragionevolezza – Eccesso di potere per ingiustizia manifesta- Straripamento e sviamento di potere”, in quanto il Questore, con i decreti impugnati, avrebbe inteso tutelare l’incolumità personale, la quiete pubblica, la sicurezza stradale e il transito veicolare facendo un’applicazione distorta dell’ipotesi residuale contemplata dall’art. 100 T.U.L.P.S. (“o che, comunque, costituisca un pericolo per l’ordine pubblico … o per la sicurezza dei cittadini”), preordinata, invece, alla tutela dell’ordine pubblico e della sicurezza dei cittadini; i beni evocati dal Questore e asseritamente oggetto di tutela sarebbero, invece, contemplati da norme specifiche e sarebbero devoluti alla competenza di altri Organi ed Enti; non sarebbe dato comprendere quali siano, nel caso del Tandem Bar, i fatti gravi, univoci e concordanti idonei a mettere in pericolo l’ordine e la sicurezza pubblica e come possa la chiusura del bar arginare i fenomeni di assembramento quando altri quattro esercizi nella zona restano regolarmente aperti; la valutazione effettuata dalla P.A. apparirebbe tanto più sperequata e ingiusta se si esaminassero i casi concreti, portati all’attenzione della giurisprudenza, in cui viene applicato l’art. 100 T.U.L.P.S.: in genere si tratterebbe di locali ove si sono verificate gravi risse, coinvolgenti molte persone, accoltellamenti, fatti criminosi, o che costituiscano ritrovo di persone pericolose o pregiudicate, identificate e note alle Forze dell’Ordine; la P.A. avrebbe del tutto trascurato di valutare le condotte fattive poste in essere dal ricorrente per tentare di arginare il fenomeno dell’assembramento della clientela nella strada, né sarebbe stato compiuto un equo contemperamento tra gli interessi, pubblici e privati, in gioco.
2. Il ricorso è infondato.
Nel caso di specie, l’amministrazione ha esercitato il potere previsto dall’art. 100 del R.D. 1931 n. 773, il cui primo comma prevede che “oltre i casi indicati dalla legge, il questore può sospendere la licenza di un esercizio nel quale siano avvenuti tumulti o gravi disordini, o che sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose o che, comunque, costituisca un pericolo per l’ordine pubblico, per la moralità pubblica e il buon costume o per la sicurezza dei cittadini”.
La norma richiede, quindi, con clausola di chiusura, per l’adozione della misura preventiva, che l’esercizio costituisca “un pericolo per l’ordine pubblico, per la moralità pubblica e il buon costume o per la sicurezza dei cittadini”, a prescindere, cioè, dai tumulti o gravi disordini che ivi siano avvenuti, o dal fatto che il locale sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose.
In generale, va osservato che il potere in questione, ampiamente discrezionale, ha natura tipicamente preventiva e cautelare, a garanzia di interessi pubblici primari quali la sicurezza e l’ordine pubblico; ne discende che la sospensione della licenza deve ritenersi legittimamente adottata in tutti i casi in cui, a prescindere dalla colpa del titolare dell’esercizio, ricorra una situazione tale da configurare una fonte di pericolo concreto ed attuale per la collettività (cfr. C.d.S, sez. VI, 06 aprile 2007, n. 1563; C.d.S., sez. VI, 21 maggio 2007, n. 2534; T.A.R. Lombardia Milano, sez. III, 04 aprile 2007, n. 1387).
Nondimeno, l’amministrazione è tenuta supportare l’ordine di chiusura temporanea con una adeguata motivazione, che in base alle risultanze dell’istruttoria dia conto dell’effettiva sussistenza di una situazione oggettiva idonea a configurare un concreto ed attuale pericolo per la collettività, in relazione ai presupposti individuati dall’art. 100 del T.U.L.P.S..
Ciò premesso, si ritiene che non sia illogica e insufficiente la motivazione dei provvedimenti impugnati; né difettino i presupposti di fatto per l’adozione degli stessi, come emerge dalla esposizione in fatto.
Infatti, le valutazioni dell’amministrazione sono state puntualmente motivate con particolare riferimento alla tutela e salvaguardia dell’ordine e della sicurezza dei cittadini, messi in pericolo dalla presenza degli avventori del locale nella strada, così creando situazioni di disagio e pericolo per l’ordine pubblico e il rischio di incidenti stradali.
Il fatto, poi, che gli impugnati provvedimenti siano stati resi anche contro la turbativa alla quiete pubblica derivante dai rumori e dai frequenti schiamazzi, non incide sull’interesse primario tutelato dagli stessi che concerne la salvaguardia dell’ordine pubblico e della sicurezza dei cittadini, con conseguente legittima adozione dello strumento previsto dall’art. 100 T.U.L.P.S..
3. Il ricorso va, pertanto, respinto sia per la parte impugnatoria, sia per quanto riguarda la domanda di risarcimento del danno, stante l’accessorietà della domanda risarcitoria rispetto alla domanda principale.
4. Quanto alle spese di giudizio, le stesse seguono la soccombenza e vengono liquidate come in dispositivo.
P.Q.M.
Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana (Sezione Seconda) definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto, lo respinge.
Condanna la parte ricorrente a rifondere alle amministrazioni resistenti le spese di lite, che liquida nella complessiva somma di euro 3.000,00 (tremila/00).
Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall’autorità amministrativa.
Così deciso in Firenze nella camera di consiglio del giorno 26 febbraio 2015 con l’intervento dei magistrati:
Saverio Romano, Presidente
Eleonora Di Santo, Consigliere, Estensore
Carlo Testori, Consigliere

L’ESTENSORE IL PRESIDENTE

DEPOSITATA IN SEGRETERIA
Il 01/06/2015
IL SEGRETARIO
(Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)

Torneo d calcetto Olanda 2015

Anche quest’anno vorremmo andare in Olanda per il torneo di calcetto. La partenza è prevista domenica 11 ottobre, con  rientro venerdi 16 ottobre.
Versamento caparra  entro il 15 giugno 2015 euro 150,00, contattando Marilù:  marilu.sbri@gmail.com, ; la sede dell’Associazione; oppure uno dei consiglieri: http://polizialocalebg.it/cms/indirizzi-uffici/consiglio-e-cariche/  .
La spesa complessiva in base al n. dei partecipanti sarà da euro 300,00 a euro 400,00. Se non si raggiungerà il numero necessario per formare la squadra entro il 15 giugno,  il progetto Olanda verrà annullato.
Si chiede la conferma di chi viaggerà in aereo.
Il Presidente

Dipendenti pubblici, ora si tratta sui permessi a ore per visite mediche. Il compromesso dopo la sentenza del Tar del Lazio

Il TAR Lazio, con la sentenza n. 5714 depositata in data 17 aprile 2015, aveva accolto il ricorso di un’organizzazione sindacale ed annullato la circolare del Dipartimento della Funzione Pubblica n. 2 del 17 febbraio 2014, che ha dettato istruzioni in merito all’applicazione dell’articolo 55-septies, comma 5-ter, del d.lgs. 165/2001…

http://polizialocale-mase.blogspot.it/2015/05/dipendenti-pubblici-ora-si-tratta-sui.html

 

 

Diritto allo studio – criteri di precedenza

Orientamento applicativo ARAN RAL_1742, pubblicato il 27 aprile 2015:

Ai fini del riconoscimento dei permessi per il diritto allo studio, come devono essere applicati i criteri di precedenza di cui all’articolo 15, comma 5, del CCNL del 14.9.2000, nel caso di concorso tra corsi universitari e post universitari?

http://www.aranagenzia.it/index.php/orientamenti-applicativi/comparti/regioni-ed-autonomie-locali/permessi/7243-permessi-diritto-allo-studio/6435-ral1742orientamenti-applicativi

Corso riconoscimento Banconote False

Vi comunichiamo l’imminente inizio di un interessante corso relativo al riconoscimento della banconote false che si terrà presso la Banca d’Italia.

Il corso si terrà il 20 maggio dalle 9.30 alle 12.30 presso la sede della Banca d’Italia in Bergamo Viale Roma.

Le iscrizioni devono essere inviate entro il 19 maggio alla collega Debora Breda all’indirizzo comandante@comune.sottoilmontegiovannixxiii.bg.it

Buon lavoro a tutti

 

Pubblicata la circolare sulla fine del trattenimento in servizio dei dipendenti pubblici

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la circolare firmata dal ministro per la Pa, che spiega in dettaglio la fine del trattenimento in servizio dei dipendenti pubblici, il meccanismo che permetteva di rimanere al lavoro anche se già erano stati maturati requisiti per la pensione. Si segnala un articolo sull’argomento al seguente link:

http://www.sivempveneto.it/leggi-tutte-le-notizie/27430-risoluzione-rapporto-di-lavoro-circolare-fp-in-gazzetta-non-si-applica-a-responsabili-struttura-complessa

Nomina ad Assessore di Enzo Fiocchi

L’Associazione accoglie con piacere la nomina ad Assessore del Comune di Albano Sant’Alessandro

dell’amico ENZO FIOCCHI  che assume l’incarico  con delega a: sicurezza, volontariato e

protezione civile, attività produttive e commercio, ecologia e ambiente.

 

Cogliamo l’occasione per augurare un buon e proficuo lavoro.

 

 

 

 

 

 

 

Molise, deliberazione n. 35 – Lavoro “a scavalco”: è soggetto alle limitazioni previste per il lavoro flessibile?

Va rispettato il limite della spesa sostenuta nel 2009 per il lavoro flessibile; tale limite trova applicazione anche per l’incarico da conferire ai sensi dell’articolo 1, comma 557, della legge 311/2004 (“scavalco”)

http://www.self-entilocali.it/2015/04/15/molise-deliberazione-n-35-assunzioni-a-tempo-determinato/

Le equiparazioni delle posizioni economiche tra i comparti

Il Dipartimento della Funzione Pubblica ha presentato nei giorni scorsi alle organizzazioni sindacali lo schema di Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri contente le tabelle di “equiparazione fra i livelli di inquadramento previsti dai contratti collettivi relativi ai diversi comparti di contrattazione del personale non dirigenziale”

http://www.marcoaurelio.comune.roma.it/Asp/MADoc.asp?IdT=24&IdD=5039

Ecco il Decreto:_

http://www.giurdanella.it/wp-content/uploads/2015/04/DPCM-Mobilit–.pdf

Cassazione: responsabilità del datore di lavoro per infortunio dovuto a negligenza del lavoratore

E’ compito del datore di lavoro “non soltanto quello di prevedere l’adozione di specifiche misure di sicurezza atte a garantire la salute dei lavoratori ma anche quello di provvedere all’integrale attuazione delle medesime, (…) attraverso la predisposizione di specifici controlli”, onde tutelare il lavoratore “non solo dagli incidenti derivanti dalla sua disattenzione, ma anche da quelli ascrivibili ad imperizia, negligenza o imprudenza dello stesso”.
Il datore di lavoro è esente da responsabilità solo quando il comportamento del lavoratore “presenti i caratteri dell’abnormità, dell’inopinabilità e dell’esorbitanza rispetto al procedimento lavorativo e alle direttive ricevute”.

Così Corte di Cassazione civile, sezione lavoro, sentenza n. 4879 dell’11 Marzo 2015, il cui testo con approfondimenti è consultabile qui.

Fonte: Cassazione: un caso di responsabilità del datore per infortunio sul lavoro dovuto a negligenza del lavoratore
(www.StudioCataldi.it)

La Cassazione ancora sul danno da cosa in custodia e dovere di cautela del danneggiato

La Corte di Cassazione civile, sezione sesta, con ordinanza n. 4661 del 9 Marzo 2015 torna a pronunciarsi in materia di insidie stradali. Questa volta sottolineando però il dovere di cautela del danneggiato che fa venir meno la responsabilità dell’ente gestore della strada.

Leggi l’approfondimento qui

Fonte: Cassazione: danno da cosa in custodia e dovere di cautela del danneggiato
(www.StudioCataldi.it)

E’ possibile effettuare assunzioni tramite mobilità volontaria di personale non riservata ai dipendenti provinciali?

I magistrati contabili del Piemonte, con la deliberazione 26/2015, hanno rimesso gli atti al Presidente della Corte dei Conti, affinché sia valutata la possibilità di deferire la questione di massima alla sezione autonomie o alle sezioni riunite:

http://www.self-entilocali.it/2015/03/19/piemonte-deliberazione-n-26-personale-e-legge-di-stabilita-2015-rimessione-alle-autonomie/

Diritto di accesso – La mancata impugnazione del diniego non consente la reiterabilità dell’istanza

Consiglio di Stato, Adunanza Plenaria, Sentenza 20 aprile 2006, n. 7

E’ possibile reiterare l’istanza di accesso solamente in presenza di fatti nuovi, sopravvenuti o meno, non rappresentati nell’istanza originaria

http://www.quotidianoentilocali.ilsole24ore.com/art/amministratori-e-organi/2015-03-19/accesso-atti-amministrativi-154307.php?uuid=ABwOIzX

 

Il reato di molestie attraverso l’uso dei social network

Secondo la sentenza n. 37596 della Cassazione penale Sez. I, 11-07-2014, integra il reato di cui all’art. 660 codice penale l’invio di messaggi molesti “postati” sulla pagina pubblica di Facebook della persona offesa, trattandosi di luogo “aperto al pubblico” in quanto aperto all’accesso di chiunque utilizzi la rete.

Fonte: Il reato di molestie attraverso l’uso dei social network
(www.StudioCataldi.it)